Ogni anno in questi giorni parte la lista dei “Buoni Propositi” per l’anno nuovo. Cosa vorrei che accadesse nel mio 2020!

Riflettendoci, più che fare buoni e speranzosi (quanto inutili ed imprevedibili) propositi, bisognerebbe guardarsi indietro e chiedersi “Cosa ho imparato quest’anno? Com’ero e come sono? Evoluzioni ne abbiamo avute?”

Proprio per questo, oggi invece di pensare a cosa accadrà (o mi potrebbe accadere) nel futuro preferisco guardarmi indietro e stilare una lista di cose imparate nel passato!

Cose che ho imparato in questi anni, riflessioni e consigli per gli acquisti:

Chi parte a razzo finisce a cazzo.

Sempre.

Ho imparato a mie spese che in qualsiasi rapporto umano, troppe promesse e smancerie o manifestazioni di affetto incondizionato denotano un’irrimediabile fallimento futuro. Chi ti ama, chi ti stima, chi ti vuole bene, te lo dimostra un pò per volta, con criterio ed intelligenza.

Non avvicinarsi per nessuna ragione al mondo a uomini fidanzati, sposati o appena usciti da una relazione di mille anni.

Se sono fidanzati o sposati rischi di comprometterti reputazione e lo stato psicologico, se sono appena usciti da una relazione di mille anni o sono disperati o hanno necessità di evadere. Non esser tu un attimo di evasiva follia!

Estremamente raro che due persone molto diverse possano funzionare insieme.

Gli opposti si attraggono? Vero! I simili si prendono? Altrettanto vero. Non si può generalizzare. Ma vi garantisco che è anche esatto affermare che persone estremamente differenti, non dico per forza per passioni, attitudini o lavoro, ma anche solo per il modo che hanno di concepire l’amore o la coppia, difficilmente troveranno un incastro. Semplicemente perché gli incastri vanno voluti, creati e mantenuti IN DUE.

Non scendere mai a compromessi con i propri sogni.

Voi e solo voi sapere cosa volete essere, dove, come e con chi. È difficile raggiungere quell’obiettivo? Qualcuno ha mai detto che le cose belle sono facili?

Non rinunciare ad essere se stessi neanche un secondo.

Ve ne pentireste. Quindi non fatelo. Nessun rapporto vi deve snaturare. Mai. Non dovete imporvi con arroganza al prossimo, ma neanche soccombere alla dittatura.

Non rinunciare alle cose che ci piace fare.

C’è un tempo per tutto. Dovrete sicuramente trovare un compromesso quando diventerete genitori, quindi fino a quel momento godetevela! E quando diventerete mamma e papà ritagliatevi comunque uno spazietto organizzato per fare ciò che vi piace fare! Un genitore felice è un genitore migliore!

Il tempo è la cosa più preziosa che abbiamo.

Non sprecatelo con chiunque per fare cose che non avete voglia di fare!

Non è necessario dire sempre tutto tutto tutto.

Rispondo con una citazione: “alle persone piace quando dici le cose in faccia fino a quando la faccia non è la loro” amen.

Le persone invidiose in giro sono tante, e più tu sei brava più tendono a screditarti, ma in realtà vorrebbero essere come te!

Prima di diagnosticarti una depressione o bassa autostima controlla che tu non sia semplicemente circondato da stronzi.

I traditori molto difficilmente diventano fedeli: il tradimento è una inclinazione.

Non parliamo di stupidate del tipo “ho baciato uno e il giorno dopo ho lasciato il mio ragazzo”, parlo di quelli che hanno sempre fatto il comodo loro. Che passano da un fiore all’altro come l’apetta operaia in cerca di miele. Se incontrate uno (o anche una) così: scappate! Veloce!

Bisogna essere persone risolte e in equilibrio con se stesse per avere una relazione sana con un’altra persona.

Altrimenti diventa un tso comune preannunciato!

Non ti azzardare a credere di poter salvare qualcuno. Per quello ci sono psicologi e psichiatri.

Soprattutto se la persona con cui ti interfacci non ha nessunissima intenzione manco alla lontana di essere salvata da te!

Non puoi accollarti un peracottaro bono e prestante e pensare di poterlo trasformare in Achille Bonito Oliva.

Chi nasce tondo è mai morto quadro? (A parte se ti chiami Christian Gray e sei il protagonista di un improbabile trilogia di film!)

Non procrastinare: se non sei convinto, taglia.

Sesto senso docet. Se non ti convince adesso perché dovrebbe in futuro?

La vita è una, meravigliosa e breve.

Non pensare sempre a ciò che non hai, pensa piuttosto a cosa puoi fare con quello che hai! E apprezzalo!

Le relazioni sono mutate in maniera irreversibile negli ultimi 50 anni, la famiglia “tradizionale” scomparirà.

Il lavoro matto e disperatissimo, orari assurdi, stimoli esterni, tante possibilità in più ci hanno portati a cambiare modo di vedere le relazioni e la coppia. Le persone si lasciano con una facilità quasi deprimente, si cambia partner 3 volte in un anno, corna come se piovesse e ci si spaventa di fronte al “per sempre”. Ci si intestardisce di fronte all’altro dichiarando un impertinente “io sono fatto così” invece di aprirsi al confronto costruttivo. Non si ascolta.

Io penso che l’evoluzione vada accolta, ma non come capre o muli cocciuti senza un senso logico. Bisogna adattarsi ai nuovi stimoli cercando di creare una stabilità avvolgente in questo mondo instabile. In fondo chiunque ha bisogno di un punto di riferimento nel mondo, anche se siamo nel 2020. No?

Chi ostenta quasi sempre è perché non ha NULLA da mostrare.

Le persone che sanno fare fanno. Chi non sa fare apprende e poi fá. Chi parla non fá e non apprende. E solitamente non serve a niente!

L’amore è una fortuna per pochi: non si cerca, non si conquista. Ma se non arriva si può essere felici comunque.

L’amore vero è raro, và costruito passo passo e coltivato con intelligenza. Ci vuole consapevolezza, rispetto e stima. Bisogna comunicare con sincerità, condividere ed includersi. Bisogna evitare (laddove si possa) che le cose si rompano ed aggiustare ciò che si rompe una volta che si è rotto.

Altrimenti è solo una storiella da quarto ginnasio. Una persona accanto dev’essere un valore aggiunto nella tua vita, se così non è un cagnolino andrà benissimo lo stesso!

Il sole sono io, non ho bisogno di nessuno che mi faccia risplendere.

Ha ragione la Ferragni ragazzi, qualsiasi cosa tu voglia fare, sappi che puoi farla benissimo anche da sola!

Ci ho messo 32 anni per capirlo.

l’ultimo anno è stato emblematico.

E niente, finalmente mi amo molto.

Quindi per questo nuovo anno, ti auguro di non credere che le cose cambino solo perché un altro anno è passato, ti auguro di capire che dovresti cambiale tu, e anche in fretta. Puoi farlo anche ora. Adesso andrà benissimo!

Buon Anno a tutti voi ♥️

Simona